Daniela Conti

Psicologa psicoterapeuta ad indirizzo rogersiano

Mi sono laureata a Roma in psicologia clinica e di comunità.

Quando a sedici anni ho deciso che avrei studiato psicologia, l’immagine che avevo di me era dello psicoanalista con il paziente sul lettino, pronto ad ascoltare i sogni e scandagliare l’inconscio. La curiosità per le vite e le storie degli altri, una buona dose di empatia, una grande capacità di ascolto e un’attitudine all’introspezione facevano parte della mia cassetta degli attrezzi.

Per motivi personali, durante i miei studi universitari, ho iniziato una psicoterapia junghiana; nel contempo subivo la fascinazione della teoria sistemica e della terapia familiare, insomma ero incuriosita da molteplici approcci, da vari modi di avvicinarsi alle persone e descrivere la personalità funzionale e quella disfunzionale.

Dopo la laurea ho conseguito il biennio di consulente sessuale. Il lavoro sul sintomo però non mi apparteneva, ho quindi scelto la specializzazione in psicoterapia rogersiana che mi ha consentito di acquisire strumenti per il lavoro individuale e di gruppo, di poter apprendere il metodo Gordon centrato sulla comunicazione efficace da utilizzare con gruppi di genitori ed insegnanti.

Ho intanto mantenuto vivo il mio interesse per la teoria sistemica frequentando vari seminari nella convinzione che uno sguardo allargato alle dinamiche familiare e alcuni esercizi non verbali possano far emergere elementi importanti durante le sedute familiari e di coppia.

Nel corso dei quattro anni di specializzazione ho intrapreso un percorso di terapia personale ad indirizzo rogersiano, obbligatorio per conseguire il diploma di terapeuta, ed ho iniziato la supervisione dei casi clinici.

Psicoterapia individuale e supervisione sono due elementi fondamentali nel lavoro di uno psicoterapeuta.

La mia attività professionale si svolge in ambito privato negli studi di Cecina e Pisa. Lavoro inoltre nelle scuole con genitori, insegnanti e preadolescenti. Collaboro con il centro affidi della asl della bassa Val di Cecina con sostegno psicologico ai bambini in affido. Sono coach del Progetto Pippi, progetto per la prevenzione dell’istituzionalizzazione dei minori che vivono in famiglie definite vulnerabili. Il progetto nasce dall’università di Padova; la metodologia in fase sperimentale diventerà un modus operandi del servizio sociale. Le basi teoriche su cui si fonda Pippi attingono ampiamente alla teoria rogersiana e al modello biopsicosociale di promozione della salute e del benessere.

Contatto

6 + 7 =

Cell. 3398708086
Email: contidaniela.psi@gmail.com